libyan-terroristsIl ministro della difesa libico Mohammed al-Bargathi prima si è dimesso e poi è tornato sui suoi passi accettando l’invito del primo ministro Ali Zeidan. Per tutti ha pagato per il momento solo il capo di stato maggiore, il generale Yusuf al-Mangush, licenziato. I miliziani che hanno spodestato Gheddafi, i Thuwars, da domenica scorsa circondano il ministero degli esteri e quello della giustizia. Il premier aveva lanciato una campagna per disperderli. Oussama Kaabar, portavoce degli armati che assediano il ministero degli esteri e quello della giustizia annuncia che i suoi uomini non molleranno fino alle dimissioni di Zeidan. Il ministro della giustizia Salah al-Marghani ha confermato che ieri mattina nel cortile c’erano ancora due pick up con i cannoncini antiaerei puntati sulle finestre del dicastero. Un funzionario dell’intelligence libica ha confidato al quotidiano Daily Beast che la Libia è diventata il quartier generale di Al Qaeda nel Maghreb Islamico dopo l’operazione francese Serval in Mali. Tre nuovi campi di addestramento dei terroristi sono stati aperti nel sud desertico del Paese.(La Nazione, 8 maggio 2013).

Annunci