oecd_logoL’Italia ha avviato una strategia di ampio respiro per ripristinare la sostenibilità di bilancio e migliorare la crescita a lungo termine. Queste azioni hanno ridotto i rischi e l’economia dovrebbe uscire dalla recessione nel corso del 2013. Tuttavia, con il rapporto PIL/debito pubblico che si avvicina al 130% e con un pesante piano di ammortamento del debito, l’Italia rimane esposta agli  sbalzi del mercato finanziario. La riduzione del debito pubblico è la prima priorità. Per far tornare l’Italia ad una crescita sana, occorrono inoltre riforme strutturali per promuovere la crescita e migliorare la competitività. Lo sostiene la Organizzazione per lo sviluppo al cooperazione economica (Oecd) nel suo Economic Survey of Italy 2013, pubblicato nel maggio 2013.

Annunci