Nei piani onnicomprensivi del Pentagono c’è la volontà di creare in Africa hotspot locali per affrontare le situazioni di counterterrorism: basi, punti di appoggio, da cui gestire le attività di commando di forze speciali che avrebbero il compito di consulenza diretta agli eserciti locali, magari compiere puntuali e clandestine operazioni di attacco, e allo stesso tempo partecipare a processi socio-politici nell’ottica di “mini-Risvegli”, licenza per descrivere le attività di sensibilizzazione che gli operatori dovrebbero compiere sull’impronta del Sawah, il Risveglio, con cui dieci anni fa ai tempi dell’occupazione in Iraq le truppe americane riuscirono a portare dalla propria parte i sunniti locali prima schierati con l’Isi, o al Qaeda in Iraq….

Leggi l’articolo: Ecco come gli Usa colpiranno Isis in Nigeria (pensando alla Libia) – Formiche.net

Annunci